Il Centro Sociale “Havilolo”

 

Il centro Sociale “Havilolo” nasce dalla volontà della comunità di Badou di avere un “centro villaggio”, cioè un luogo dove incontrarsi, divertirsi, stare assieme, ma anche dove proporre delle formazioni riguardo a temi importantissimi quali la famiglia, l’educazione, la sanità, l’emergenza di problematiche sociali, …

Questo progetto, già presentato a suo tempo ai missionari, è stato subito dimenticato poiché le condizioni socio-politico-economiche del Togo, mai avrebbero potuto soddisfare questa esigenza.

L’incontro con  don Charles è divenuto la reale possibilità di realizzare il centro a Badou e il giorno 1 gennaio 2003 i lavori hanno preso avvio.

Il progetto di costruzione è stato affidato ad un architetto ticinese, in collaborazione con un tecnico del posto, tutto coordinato da don Charles.

La manodopera, la sabbia, l’acqua, i sassi, le assi (legname) sono procurati dagli abitanti di Badou.

 

Gli obiettivi:

 

Costruire  un centro sociale a Badou significa dotare il capoluogo e quindi tutta la prefettura di Wawa di un punto di riferimento, un luogo di cultura, di informazione, di formazione e scambio, aperto a tutti senza distinzione di etnia o di religione.

La sua funzione sociale può essere riassunta attraverso i seguenti punti:

·  Centro di pastorale familiare a tutti gli effetti come base di ogni evangelizzazione e di ogni promozione umana.

·  Centro sociale inteso come luogo d’incontro, di divertimento, di scambio.

·  Centro di formazione e sensibilizzazione su temi sociali importanti quali le relazioni umane, il servizio comunitario, la famiglia, l’istruzione, il lavoro, la sanità,    

·  Centro di educazione di base per l’igiene, l’alfabetizzazione, la puericultura, … a favore delle donne e ragazze.

·  Centro di pastorale giovanile.

·  Centro culturale dotato di una biblioteca una sala di lettura.

·  Centro d’informazione.